Home » Noticias » Newsletter » LLAMADO INTERNACIONAL SOBRE CASOS DE DESALOJOS Y DESPLAZAMIENTOS » Fanno innalzare la temperatura del pianeta e vi sfrattano! Non restate in silenzio: condividete il vostro caso di sfratto! ENTRO IL 30/09/19!

Mostra/Nascondi il menu

Noticias

Fanno innalzare la temperatura del pianeta e vi sfrattano! Non restate in silenzio: condividete il vostro caso di sfratto! ENTRO IL 30/09/19!

Il Tribunale Internazionale sugli Sfratti lancia un Appello internazionale per accertare casi concreti di sfratto e sfollamento da abitazioni e terreni per la sua sessione sui cambiamenti climatici che si terrà nel quadro del Forum parallelo alla COP 25 (Santiago del Cile, 2 e 10 dicembre 2019)

APPELLO INTERNAZIONALE A CASI DI SFRATTO E DI SFOLLAMENTO

Sessione sui cambiamenti climatici (Cile, dic. 2019)

Fanno innalzare la temperatura del pianeta e vi sfrattano!

Non restate in silenzio: condividete il vostro caso di sfratto! ENTRO IL 30/09/19!

Il Tribunale Internazionale sugli Sfratti (ITE) lancia un appello a casi di sfratto e di sfollamento in tutto il mondo per rendere giustizia alle vittime della crisi climatica globale e permettere loro di far sentire la propria voce.

Miliardi di persone in tutto il mondo vivono in condizioni precarie, in aree ad alto rischio, su pendii pendii, lungo gli argini di fiumi o sulle coste, nel settore informale, costretti a resistere e a organizzarsi autonomamente o a migrare. Gli sfratti forzosi minacciano tra i 50 e i 70 milioni di persone in tutto il mondo.

Quante persone, famiglie e comunità sono sfrattate o sfollate per ogni + 0,1° sul termometro? Milioni, costretti a partire per sfuggire all’aumento delle temperature globali causato da uno sviluppo sconsiderato, dalla mancanza di politiche per gestirlo e persino da politiche etichettate  per far fronte alla crisi climatica globale.

Perché le Nazioni Unite non considerano gli sfratti come un indicatore degli effetti del surriscaldamento globale, né tantomeno per la definizione delle politiche per affrontarlo?

Questa volta, i decisori responsabili della promozione di un sviluppo illimitato, basato esclusivamente sul profitto e che provoca gli sfratti, coloro che non rispondono adeguatamente né al rispetto dei diritti umani e delle proprie responsabilità ambientali, né al crescente bisogno di infrastrutture urbane e di abitazioni, in particolar modo per i gruppi a basso reddito, dovranno rispondere dei propri crimini e attuare le soluzioni adeguate proposte dalla sessione ITE sui cambiamenti climatici che si terrà nel quadro del Forum parallelo alla COP 25 (Santiago del Cile, 2-10 dicembre 2019).

Rompiamo il silenzio!

Vogliamo che le voci delle vittime siano udite dai decisori a livello locale, nazionale e delle Nazioni Unite.

Vogliamo rendere giustizia ora, a loro e alle generazioni future.

Vogliamo che i responsabili siano chiamati a rispondere e a implementare soluzioni reali.

Il Tribunale Internazionale sugli Sfratti lancia un Appello internazionale per accertare casi concreti di sfratto e sfollamento da abitazioni e terreni per la sua sessione sui cambiamenti climatici che si terrà nel quadro del Forum parallelo alla COP 25 (Santiago del Cile, 2 e 10 dicembre 2019)

 

Il Tribunale Internazionale sugli Sfratti è un tribunale popolare e di opinione, un potente strumento della Campagna Sfratti Zero lanciata a partire dal 2011 dall’Alleanza Internazionale degli Abitanti in collaborazione con organizzazioni locali e reti internazionali.

La sessione ITE 2019 è organizzata in collaborazione con un Comitato organizzatore locale in coordinamento con il Forum parallelo alla COP 25.

I testimoni dei casi selezionati, uno per ciascun continente, più quelli a livello locale, saranno invitati alla sessione ITE, dove i responsabili degli sfratti e degli sfollamenti saranno giudicati da una Giuria internazionale composta da esperti e attivisti, tra i quali la Relatrice speciale delle Nazioni Unite sul Diritto alla Casa. Il monitoraggio sull’attuazione delle raccomandazioni-verdetto avrà luogo durante le Giornate Mondiali Sfratti Zero nel mese di ottobre.

Per presentare un caso di sfratto, compila il modulo online entro il 30/09/19!

Non restare in silenzio: condividi il tuo caso di sfratto!

Per maggiori informazioni, potetec contattare: ite2019@habitants.org


El(la) siguiente Traductor(a) Voluntario(a) por el derecho a la vivienda sin fronteras de la AIH colaboró con la traducción de este texto:

Claudia Caldarella

Comentarios

Log en o create a user account to comment.